Qatar – L'assolutismo del XXI.mo secolo

Home » Libro » Un ex-diplomatico: “Il Qatar vuole comprare la Lega Araba per 7,2 miliardi dollari”

Un ex-diplomatico: “Il Qatar vuole comprare la Lega Araba per 7,2 miliardi dollari”

Categories

Battaglia per il Donbass

Battaglia per il Donbass

Il Primo Raggio

Heartland

Heartland. Energia e Politica nell'Eurasia del XXI secolo

Songun

Songun. Antimperialismo e Identità nazionale nella Corea socialista

Libia: Campo di battaglia tra Occidente e Eurasia

Libia: Campo di battaglia tra Occidente e Eurasia

Intrigo contro la Siria

Intrigo contro la Siria. La Siria baathista tra geopolitica, imperialismo e terrorismo, 2011-2012

La Grande Muraglia

La Grande Muraglia. Pensiero Politico, Territorio e Strategia della Cina Popolare

Fahim Amraoui Palestine-Solidarité 30 aprile 2013
Arab heads of state pose for photos in RiyadhSecondo un ex diplomatico algerino in Medio Oriente, il Qatar sfrutta la crisi politica e soprattutto economica in cui si dibatte l’Egitto, per strappare la carica di Segretario generale della Lega araba.  Secondo la nostra fonte, il Qatar è pronto a “comprare” il sostegno dei Fratelli musulmani, attualmente al potere. “Dal momento che l’ultima riunione della Lega araba a Doha è di marzo, alcuni inviati del Qatar sono stati inviati in Egitto per convincere il presidente Mohamed Morsi a sostenere in futuro il Qatar nella gara alla presidenza della Lega Araba, un posizione che l’emiro Hamad bin Khalifa al-Thani ambisce dallo scoppio della cosiddetta primavera araba“, ha detto la nostra fonte.
I negoziati iniziarono pochi mesi fa. E l’emiro del Qatar ha ufficialmente richiesto, al 24.mo vertice svoltosi a Doha, che il presidente egiziano Mohamed Morsi non presenti un candidato alla carica e garantisse che la presidenza della Lega Araba vada al Qatar“, ha aggiunto l’ex diplomatico algerino. Secondo lui, durante la discussione con Mohamed Morsi, l’emiro del Qatar, ha lasciato intendere che non avrebbe finanziato l’Egitto senza il supporto di una garanzia “nella sua manovra per  prendere la testa della Lega araba. I diplomatici del Qatar provano a far gravare tutto il loro peso affinché l’Egitto lasci la presidenza al piccolo regno di 11.000 kmq. La situazione è favorevole. Il presidente Morsi, nella lotta interna causata della crisi economica, ha bisogno di finanziamenti esterni. Chiedendo aiuto, tra gli altri, al Qatar, il cui emiro, che vuole controllare pienamente questa organizzazione asservita all’occidente, sembra pronto a cacciare i soldi“, ha detto la nostra fonte, secondo cui il Qatar avrebbe addirittura proposto un assegno “di quasi 7,2 miliardi di dollari in cambio di questa carica, che va sempre all’Egitto“. L’emiro Hamad bin Khalifa al-Thani è anche impegnato ad istruire le aziende del Qatar a investire in Egitto.
I Fratelli musulmani sembrano per il momento resistere alla tentazione. Vogliono anche mantenere il controllo dell’organizzazione per avere un qualche tipo di influenza nel mondo arabo“, ha aggiunto. “Ma allo stesso tempo, si trovano ad affrontare una crisi senza precedenti e forti tensioni sociali, a cui non possono far fronte, perché l’Egitto è troppo indebitato e ha perso, a causa della crisi internazionale, l’80% degli aiuti degli Stati Uniti“, ha sottolineato il diplomatico. Il Qatar sembra quindi la loro unica risorsa. “In aggiunta a ciò, vi è la pressione sul governo egiziano da parte di alcuni Paesi arabi vicini al Qatar per affidare, per così dire, la gestione della Lega Araba all’alleato degli statunitensi e israeliani, a loro volta“, ha osservato la nostra fonte, che teme che il contesto della destabilizzazione di molti Stati arabi gli sia favorevole.
Sempre secondo la nostra fonte, Paesi come la Libia e il Marocco supportano il Qatar. Anche se  Paesi come l’Algeria e la Mauritania non sembrano, almeno per il momento, a favore di questa opzione, mentre il Golfo lo sarebbe all’unanimità. Il Qatar, secondo la nostra fonte, “si sente attualmente abbastanza forte” per definire le priorità del mondo arabo e disegnare nuove equazioni geostrategiche della regione, come ha già fatto forzando in occasione dell’ultimo vertice a Doha, la concessione del seggio all’opposizione siriana all’estero.

AlgeriePatriotique.com © 2013 – Tutti i diritti riservati

Traduzione di Alessandro Lattanzio – SitoAurora

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: