Qatar – L'assolutismo del XXI.mo secolo

Home » Libro » Tensioni diplomatiche tra Qatar e tre Paesi del Golfo

Tensioni diplomatiche tra Qatar e tre Paesi del Golfo

Categories

Battaglia per il Donbass

Battaglia per il Donbass

Il Primo Raggio

Heartland

Heartland. Energia e Politica nell'Eurasia del XXI secolo

Songun

Songun. Antimperialismo e Identità nazionale nella Corea socialista

Libia: Campo di battaglia tra Occidente e Eurasia

Libia: Campo di battaglia tra Occidente e Eurasia

Intrigo contro la Siria

Intrigo contro la Siria. La Siria baathista tra geopolitica, imperialismo e terrorismo, 2011-2012

La Grande Muraglia

La Grande Muraglia. Pensiero Politico, Territorio e Strategia della Cina Popolare

Le Monde 05/03/2014

Map-GCC_oe_fullAccusando il Qatar di “interferenze” negli affari dei suoi vicini, tre Paesi del Golfo, Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti e Bahrayn, hanno deciso di richiamare i loro ambasciatori a Doha il 5 marzo. Tale decisione senza precedenti nei rapporti nel Golfo arabo è stata annunciata dopo un incontro “burrascoso“, secondo la stampa, dei ministri degli Esteri delle monarchie del Golfo a Riyadh. Tale mini-vertice su iniziativa dell’emiro del Quwayt era volto a superare il profondo disaccordo tra Doha, da una parte, e Riyad, Abu Dhabi, Manama dall’altra sulle relazioni verso il nuovo potere insediato dall’esercito in Egitto nel luglio 2013, dopo la cacciata del presidente islamista Muhammad Mursi. Il Qatar è apertamente schierato con la Fratellanza musulmana che ha perso il potere in Egitto, mentre gli altri tre Paesi danno massiccio sostegno politico e finanziario al nuovo potere dell’Egitto. Oltre a questo problema, il Qatar è sospettato dai suoi tre vicini di sostenere le filiali dei Fratelli musulmani nei loro Paesi, tra cui decine di condannati negli Emirati Arabi Uniti. La giustizia degli Emirati ha condannato un cittadino del Qatar a sette anni di carcere, processato per aver raccolto fondi a favore di islamisti accusati di voler rovesciare il regime del Qatar.
Secondo un comunicato dei tre Paesi del Golfo emesso dopo il loro incontro con i funzionari del Qatar: “I Paesi del Consiglio di Cooperazione del Golfo (GCC) hanno fatto di tutto affinché il Qatar adottasse una politica unitaria (…) per garantire la non ingerenza diretta o indiretta negli affari interni di ciascun Paese membro. È stato chiesto al Qatar di non sostenere alcuna azione che minacci la sicurezza e la stabilità degli Stati membri“, dice la nota, citando in particolare le campagne mediatiche. La dichiarazione afferma che nonostante l’impegno dell’emiro del Qatar, sceicco Tamim bin Hamad al-Thani, in un precedente mini-vertice con l’emiro del Quwayt e il re saudita a Riyadh, a novembre, nel rispettare tali principi, il Paese non l’ha fatto. “Il Qatar si dispiace ed è sorpreso (da questa decisione e) non ritira i propri ambasciatori in quei Paesi, ha detto il Consiglio dei ministri in un comunicato. La decisione di Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti e Bahrayn non ha legami con gli interessi dei popoli del Golfo, la loro sicurezza e stabilità. (…) Si tratta di divergenze su questioni esterne ai Paesi del Consiglio di cooperazione del Golfo.”

Traduzione di Alessandro Lattanzio – SitoAuroraAuroraSito

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: